Manovra finanziaria: dissenso di CGIL E UIL, Manifestazione generale il 16 dicembre

 

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, che con il segretario della Uil, Pierpaolo Bombardieri, ha proclamato uno sciopero generale per il 16 dicembre , di fronte allo stupore del premier Draghi, afferma di essere pronto al confronto ancora, ma ci devono essere cambiamenti molto forti”.

La mobilitazione prevede l’esclusione degli operatori sanitari  “perché siamo nel pieno della pandemia”.

“Grave”, secondo il segretario, che nella discussione nel governo sul fisco e l’Irpef “il presidente del Consiglio sia stato messo in minoranza”.

Maurizio Landini (Screenshot)© Fornito da Rai Landini: “Draghi ha tentato mediazione, bloccato dai partiti”

Afferma ancora Landini: “Draghi ha tentato di proporre un punto di mediazione con la sua maggioranza avanzando l’idea di escludere per un anno dal beneficio fiscale i redditi oltre i 75 mila euro. Su questo è stato brutalmente messo in minoranza dai partiti della sua maggioranza”, che “pensano più alle proprie bandierine elettorali che agli interessi dell’Italia”

Sull’assenza della Cisl dalla mobilitazione Landini sostiene: “Non andiamo in piazza contro altre organizzazioni sindacali, ma per sostenere le richieste della piattaforma unitaria”.

Scopri la gamma di generatori a gas Powerknight

Scopri la gamma di generatori a gas Powerknight

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »