Il presidente Biden risponde e mostra i muscoli lanciando un drone che uccide un esponente dell’Isis

 

Non si è fatta attendere la risposta statunitense all’Isis., l’organizzazione terroristica che con il kamikaze ha creato il terrore all’aeroporto di Kabul. Ucciso un “pianificatore” dell’Isis-K nella provincia di Nangarhar

Foto Fotogramma AgenziaVenti di guerra, ruolo indiretto della Sicilia, "il drone killer forse  pilotato dal Sigonella" | BlogSicilia - Ultime notizie dalla Sicilia

 Il portavoce del Central Comand, Bill Urban, comunica  che in un attacco con un drone è stato ucciso un “pianificatore” dell’Isis-K nella provincia afghana di Nangarhar.      Una manovra mirata perchè  non ci sarebbero state vittime civili.

Droni militari: ormai li usano quasi metà degli eserciti del mondo -  DronEzine

Nell’attacco terroristico di giovedì nei pressi dell’Abbey Gate dell’aeroporto di Kabul, durante le operazioni di evacuazione dalla capitale afghana, sono state uccise centinaia di persone, tra le quali 13 militari Usa.

Questa reazione americana ridà smalto alla credibilità di Biden che aveva preannunciato una “caccia ai terroristi”ì: “A coloro che hanno compiuto questo attacco, aveva detto Biden in conferenza stampa, : non perdoneremo, non dimenticheremo. Vi daremo la caccia e ve la faremo pagare. Difenderò i nostri interessi e la nostra gente con ogni mezzo a mia disposizione”, aveva detto Biden, spiegando di avere ordinato ai vertici militari di “sviluppare piani operativi per colpire obiettivi dell’Isis-K, la leadership e le strutture. Risponderemo con forza e precisione, quando decideremo, in un luogo che individueremo e in una maniera che definiremo”.

Alta tensione nei cieli: un F16 israeliano abbattuto da missili antisiriani

Risultati immagini per foto di aerei abbattuti

Combattimenti in volo.La notizia è confermata dall’agenzia di stampa , trasmessa alla nostra Redazione di Sud Libertà e dunque un aereo F16 israeliano è stato abbattuto da missili anti-aereo siriani. Il caccia era impegnato in un’azione contro obiettivi iraniani in Siria, scattata dopo che l’esercito israeliano ha intercettato e abbattuto un drone iraniano decollato dal territorio siriano e diretto verso lo Stato ebraico. Si sa che i due piloti dell’F16 abbattuto sono riusciti a paracadutarsi fuori, uno dei due è gravemente ferito. L’aereo è precipitato nel nord di Israele.

Secondo l’agenzia di stampa siriana Sana, il sistema di difesa anti-aerea avrebbe “colpito più di un velivolo“. Il portavoce dell’Esercito israeliano, il generale Ronen Manelis, ha detto: “Abbiamo identificato un drone iraniano decollato dal territorio siriano. Il drone è stato intercettato dai sistemi dell’Esercito e abbattuto da un elicottero. Il drone è caduto nel nostro territorio ed è in nostro possesso“.

Il generale ha quindi spiegato che, nell’ambito del sistema di difesa del Paese, “sono state attivate le sirene, ma non c’è stato nessun pericolo per gli abitanti di Beit She’an”, dove è avvenuto l’incidente. Si è trattato di “un grave attacco iraniano al territorio israeliano, l’Iran sta trascinando la regione in una situazione in cui non si sa come andrà a finire. Siamo preparati a rispondere ad una varietà di incidenti, chiunque sia responsabile per questo incidente ne pagherà il prezzo”.

L’esercito israeliano ha confermato di aver condotto nuovi raid contro obiettivi in Siria.

Nel secondo round di “attacchi su larga scala” condotti da aerei israeliani in Siria sono stati colpiti 12 obiettivi iraniani e siriani, nonchè quattro batterie di difesa anti-aerea siriana.

Risultati immagini per foto di aerei abbattuti

Tre combattenti delle forze filoregime sono rimasti uccisi nei blitz condotti contro una base aerea in Siria. Nel bombardamento nella provincia centrale di Homs è stato distrutto inoltre un deposito di munizioni ed è stata colpita un’auto. La base attaccata, nota come aeroporto militare T4, è una struttura utilizzata dalle forze di governo e dalle milizie sue alleate. La tensione è diventata altissima e non si escludono altre reazioni.