Napoli sempre più meta internazionale:Turismo, mille visitatori al giorni agli infopoint.

 

Napoli, il turismo è cresciuto oltre il 90 per cento: seconda nella  classifica delle città d'arte - la Repubblica
Turismo a Napoli – Archivi Sud Libertà

Mille turisti al giorno si sono recati agli infopoint installati dal Comune di Napoli in quattro luoghi nevralgici della città da sabato 23 aprile. Nel periodo tra il 28 aprile ed il 1 maggio sono stati 4680 i visitatori che si sono rivolti ai punti comunali per ricevere informazioni su siti, monumenti, iniziative culturali e sulle modalità di spostamento. In Piazza Plebiscito – con 1480 contatti – l’infopoint che ha registrato il maggior numero di turisti; segue quello di piazza San Gaetano con 1120 richieste; in 1090 si sono rivolti al punto informativo presso la Stazione Centrale e 990 all’aeroporto.

L’affluenza è equamente ripartita tra italiani e stranieri durante la settimana, ma sono questi ultimi – per lo più tedeschi, francesi e spagnoli – ad affollare Napoli soprattutto nel weekend.

“Anche questo fine settimana abbiamo avuto davvero tante presenze turistiche nella nostra città: siamo impegnati su più fronti a migliorare la qualità dell’accoglienza perciò mi piace sottolineare che l’installazione di 4 infopoint in luoghi cruciali della città sta riscuotendo un grande successo – il commento dell’assessore al Turismo Teresa Armato -.

Sono almeno un migliaio al giorno i visitatori che si fermano ai nostri infopoint per chiedere alle ragazze ed ai ragazzi notizie, indicazioni, mappe e brochure e che poi utilizzano il qr code per lasciare giudizi e consigli e per permetterci quindi di migliorare ancora. Attendiamo nelle prossime ore con grande piacere l’arrivo di turisti americani e giapponesi. L’obiettivo a lungo termine dell’Amministrazione Manfredi – ha aggiunto – è rendere sempre più Napoli una meta internazionale all’altezza delle grandi capitali europee”.

Catania, decoro Urbano, presto il restyling di Piazza Dei Martiri

pIAZZA DEI mARTIRI
Decoro urbano a Catania

 

Via libera al progetto esecutivo elaborato dai tecnici comunali della Direzione Urbanistica e Decoro Urbano, per riqualificare piazza dei Martiri grazie al finanziamento di 400 mila euro, parte del contributo complessivo di 1,74 milioni di euro concesso da Terna S.p.A. al Comune di Catania, per le misure di compensazione e riequilibrio ambientale legate all’elettrodotto a 380 Kv “Paternò-Pantano-Priolo”. 

Una delle più importanti piazze storiche di Catania, che ospita anche una statua marmorea di Sant’Agata eretta nel 1744 con affaccio sul mare che verrà ancor più valorizzata, si accinge a cambiare volto. Già nei prossimi giorni, infatti, si procederà all’individuazione sul mercato elettronico dell’azienda appaltatrice che in due mesi la trasformerà in uno spazio pedonale attrezzato e  in un punto di partenza per la visita del Centro Storico, per i turisti che arrivano dalla stazione o dal Porto.

Secondo il progetto redatto dal gruppo di lavoro interno all’assessorato retto da Enrico Trantino,  la riqualificazione si attuerà mediante il rifacimento della pavimentazione, il ripristino dell’arredo urbano già in parte esistente (panchine e cestini gettacarta), l’ampliamento delle zone a verde, l’inserimento di nuove essenze vegetali, l’ampliamento dell’impianto di irrigazione e di quello elettrico che sarà a Led multicolor, ma anche la posa in opera di un nuovo manto erboso.

La necessità di restituire decoro a questo spazio identitario di Catania, rilevata in diverse occasioni da cittadini e residenti, è stata valutata prioritaria anche dall’Amministrazione Comunale, che non potendo attingere a risorse proprie, ha approfittato del contributo di Terna per inserire il restyling di piazza dei Martiri tra le opere primarie. Gli spazi recuperati, in connessione fisica e visiva con le altre parti del quartiere, costituiranno un percorso storico artistico, adeguatamente segnalato, che potrà accompagnare turisti e residenti dall’area portuale a piazza Duomo.

Le opere pubbliche che verranno realizzate a Catania con il contributo di compensazione ambientale, sono state ufficializzate alla firma della Convenzione tra il Comune, la città Metropolitana e Terna, a palazzo degli elefanti, lo scorso 11 ottobre, alla presenza del sindaco Pogliese, dei vertici dell’azienda che gestisce la rete elettrica nazionale e degli assessori Trantino e Arcidiacono: piazza Martiri della Libertà – riqualificazione degli spazi a verde e pedonali; interventi di riqualificazione parziale di via Dusmet, dal porto a piazza dei Martiri; Parco Giochi inclusivo in via Castagnola a Librino; telecamere per la vigilanza contro scarico abusivo di rifiuti in aree di sosta stradale, nell’area metropolitana di Catania; riqualificazione degli spazi urbani all’interno del confine del cimitero e di piazza delle Belle, nel quartiere del vecchio San Berillo; l’illuminazione della strada che immette nel Maas, il grande mercato agroalimentare nella zona Bicocca di Catania, una struttura commerciale all’ingrosso la cui strada di servizio è ancora carente dell’impianto di luce pubblica.

RAID DELL’ETNA, VIAGGIO E COMPETIZIONE ALLA SCOPERTA DELLA SICILIA

 

OGGI, SABATO, A CATANIA SFILATA TRA LE VIE DEL CENTRO STORICO E PREMIAZIONE

 

Un itinerario che ha abbracciato alcune delle località siciliane più suggestive, aggiungendo due ingredienti speciali: l’agonismo e l’adrenalina delle corse automobilistiche, a bordo di vetture d’epoca. Un mix di turismo e competizione per promuovere il territorio e portare alla scoperta di luoghi meravigliosi partecipanti provenienti da tutto il mondo: dal centro storico di Palermo ai palazzi nobiliari di Bagheria, dal Barocco di Ortigia al contrasto mozzafiato mare-montagna del capoluogo etneo. Questo è il Raid dell’Etna 2021, che volge alle battute conclusive.

 

Un viaggio iniziato lo scorso 26 settembre con l’arrivo a Palermo dei 70 equipaggi e 140 partecipanti, che hanno sfilato tra centinaia di curiosi e appassionati. Il giorno dopo è stata la volta di Bagheria, con tappa a villa Palagonia, palazzo Butera e al Museo del giocattolo e delle Cere. Dal tour culturale alla prima cronometrata della manifestazione, anche qui con un solco tangibile della storia: la prova sul Circuito delle Madonie, per anni teatro della Targa Florio. Poi l’arrivo all’autodromo di Pergusa – che ha ospitato per diversi anni i gran premi di Formula 1 e Formula 2 – per proseguire l’itinerario verso Siracusa e Ortigia. Qui, visita al Duomo, palazzo Vermexio, palazzo Beneventano e Fonte Aretusa, prima di dare il via alla cronometrata Eureka. Ieri, 30 settembre, il mare cristallino di Punta Secca e la casa del “Commissario Montalbano” hanno ospitato i partecipanti del Raid, che nel pomeriggio si sono sfidati nella prova “Vaccarizzo”, con direzione Catania.

Nel pomeriggio di oggi via all’impegnativa cronoscalata Etna, tra le meraviglie della natura e un panorama mozzafiato visibile da Piano Provenzana. Sabato, “sfilata” in centro e in piazza Università (ore 10.00), prima della premiazione finale a Palazzo Manganelli ….

Rilevazione territoriale dei prezzi al consumo a Messina

 

 

Gli indici dei prezzi al consumo di luglio 2021 sono stati elaborati tenendo conto delle limitazioni, differenziate a livello regionale, definite dalle normative nazionali e locali per contrastare la pandemia causata dal Covid-19. L’impianto dell’indagine sui prezzi al consumo, basato sull’utilizzo di una pluralità di canali per l’acquisizione dei dati, ha continuato a consentire di ridurre gli effetti negativi del più elevato numero di mancate rilevazioni sulla qualità delle misurazioni della dinamica dei prezzi al consumo.

A Messina nel mese di luglio 2021 si registra un incremento congiunturale del +0,5% e tendenziale del +2,1% dell’indice dei prezzi al consumo.

Crescono tendenzialmente rispetto all’anno precedente: prodotti alimentari e bevande analcoliche (+1,6%),bevande alcoliche e tabacchi (+0,6%), abbigliamento e calzature (+0,4%), abitazione, acqua, elettricità, e combustibili (+8,4), mobili, articoli e servizi per la casa (+0,7%), servizi sanitari e spese per la salute (+0,3%), trasporti (+6,2%), ricreazione, spettacoli e cultura (+0,3%), servizi ricettivi e ristorazione (+1,9%), altri beni e servizi (+0,4%).

Decrescono: comunicazioni (-1,2%), istruzione (-3%).

La nota offre una sintetica analisi dei fattori che hanno contribuito a determinare le dinamiche di prezzo più marcate dei beni e servizi a rilevazione centralizzata nel mese di luglio 2021:
Energia elettrica: Le tariffe del mercato tutelato registrano un aumento congiunturale sia nella fascia notturna, weekend e festivi (+13,6%; +51,9% il tendenziale) sia nella fascia diurna feriale (+15,9%; +65,3% il tendenziale) sostanzialmente legato alla crescita delle quotazioni delle materie prime energetiche. In diminuzione risultano, invece, sia la quota fissa del mercato tutelato (-9,8%; -7,4% il tendenziale) sia quella del mercato libero (-9,2%; -1,6 il tendenziale).
Servizi di trasporto: Nel trasporto aereo l’aumento congiunturale maggiore riguarda i voli nazionali (+17,0%; +0,2% il tendenziale), seguiti dai voli europei (+13,8%; – 7,3% il tendenziale) e dai voli intercontinentali (+9,9%; -1,2% il tendenziale). Gli aumenti dei prezzi dei voli sono dovuti al settore low cost e, in misura inferiore, al settore tradizionale. Anche nel trasporto marittimo si registra un forte aumento congiunturale (+24,7%; +18,2% il tendenziale), dovuto sia ai collegamenti internazionali sia soprattutto a quelli nazionali. Si registra, invece, una lieve diminuzione dei prezzi dei trasporti ferroviari nazionali (-0,9%; +4,3% il tendenziale), dovuta a una maggiore disponibilità di offerte commerciali per il servizio alta velocità.
Cultura: si rileva un aumento congiunturale del prezzo dei giornali quotidiani a diffusione nazionale (+0,3%; +1,7% il tendenziale) e una diminuzione del prezzo dei periodici (-0,5%; -0,6% il tendenziale). Entrambe le variazioni sono legate a una diversa distribuzione degli allegati.

 

Attività turistiche e ricreative: per quanto riguarda i servizi turistici, i prezzi dei pacchetti vacanza nazionali evidenziano una flessione congiunturale (-4,4%; -8,8% il tendenziale), a seguito dell’aggiornamento dei listini, e un aumento dei prezzi dei pacchetti vacanza internazionali (+8,1%; -4,8% il tendenziale), dovuto all’inizio della stagione estiva. In aumento su base congiunturale sono anche i prezzi dei villaggi vacanze, campeggi, ostelli della gioventù e simili (+15,4%; +1,7% il tendenziale) e degli agriturismi (+7,8%). Per quanto riguarda i servizi ricreativi, si registra un aumento negli stabilimenti balneari (+18,4%; +11,2% il tendenziale), seguiti dagli impianti di risalita (+2,8%; +7,2% il tendenziale) e dai parchi di divertimento (+1,4%; +3,5% il tendenziale). Al contrario per i parchi nazionali, giardini zoologici, e giardini botanici si registra una lieve diminuzione su base congiunturale dei prezzi (-0,3%; +4,0% il tendenziale).

Il Sindaco De Magistris presenta il francobollo Italia -Napoli

 

Dettaglio francobollo - catalogo completo dei francobolli italiani

E’ stato presentato nello spazio Filatelia di Poste italiane il francobollo speciale e l’annullo postale “ L’Italia riparte, Napoli ti aspetta” alla presenza del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, dell’assessora al turismo Annamaria Palmieri e del Direttore di Filatelia Poste Italiane Enrico Menegazzo.

Nella stessa giornata Poste Italiane e il Ministero dello Sviluppo Economico hanno emesso, oltre quello di Napoli, altri cinque francobolli della serie Turistica “il patrimonio naturale e paesaggistico” dedicati a Roma, Milano, Firenze, Venezia e Palermo, per una tiratura complessiva di due milioni e settantamila francobolli, del valore di 1,10€ per ciascuna affrancatura. Il francobollo di Napoli ritrae, con la tecnica dell’acquarello, Piazza Plebiscito all’alba. Il bozzetto è stato realizzato da uno scatto di Velia Cammarano fotografa dell’Ufficio stampa del Comune di Napoli ed è stato stampato dal Poligrafico e Zecca dello Stato. “ I colori dell’alba, la rinascita quotidiana della luce, l’aria fresca e promettente del mattino; mai come in questo momento la bellezza del giorno è metafora della speranza che si riaccende in ogni angolo del pianeta. In piazza del Plebiscito c’è un punto da cui appare la linea del Vesuvio e alle sue spalle sorge il sole; un’immagine che oggi esprime il nostro desiderio di ripartire dalla luce.

Napoli è un luogo ideale per ritornare alla pienezza del vivere: i colori, gli odori, i suoni, il cibo di questa città sono una provocazione continua per i sensi. I suoi ventotto secoli di storia fanno innamorare i visitatori con un viaggio attraverso culture ed epoche che hanno lasciato tracce di sconfinata bellezza.” scrive nella cartella filatelica Luigi de Magistris, il Sindaco di Napoli. Per l’occasione, infatti, sono state realizzate sei cartelle filateliche, una per ogni città, con il francobollo singolo, la quartina di francobolli, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione e saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli Spazio Filatelia di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma1, Torino, Trieste, Venezia Verona e sul sito poste.it.

A margine dell’iniziativa di stamani il primo cittadino di Napoli ha dichiarato: ” E’ molto bella questa iniziativa che con un francobollo lega Napoli al mondo senza confini. Le poste uniscono le persone in tutte le parti del mondo e Napoli è una città attrattiva a livello mondiale, lo è stata sempre di più in questi anni. Noi vogliamo ripartire esattamente da lì: cultura, turismo, bellezza, rinascita, solidarietà e vicinanza a chi sta soffrendo.” Questa invece il commento di Enrico Menegazzo, Responsabile nazionale Filatelia Poste Italiane: “Oggi il Ministero dello Sviluppo economico emette sei francobolli della serie tematica Patrimonio naturale e paesaggistico italiano, e in particolare della collezione La Turistica. Si tratta di emissioni legate al turismo, che in questo momento hanno un particolare significato e riproducono scorci di Milano, Firenze, Venezia, Roma e Napoli e Palermo.

Quello che riguarda Napoli è particolarmente suggestivo e rappresenta Piazza Plebiscito fotografata all’alba da un’angolazione particolare dalla quale si vede anche il Vesuvio. Il francobollo tariffa B per le spedizioni italiane (cartoline e buste fino a 20 grammi, la tipologia standard) riporta la dicitura “L’Italia riparte, Napoli ti aspetta”, e attraverso una piccola forma d’arte capace di raccontare grandi storie invita a ripartire attraverso le bellezze delle nostre città”.”

Lancio di nuove rotte aeree per una grande stagione turistica siciliana

Workshop all ‘aeroporto di Trapani Birgi tra compagnie aeree e operatori del

turismo. Albastar annuncia Sharm El Sheikh e Dubai

 

{}

«Pronti per la stagione turistica più lunga del secolo». Presentata la convenzione tra
Tayaranjet e Liberty Lines. In cantiere voli in elicottero da Birgi. Ombra inaugura il

Muro delle rotte

Primo workshop in presenza all ‘aeroporto di Trapani Birgi in occasione dell’anteprima di Travelexpo, borsa internazionale del turismo che ha riunito agenti di viaggio, tour operator e rappresentanti delle compagnie aeree, operanti sullo scalo trapanese per un confronto sulle destinazioni della Summer 2021 e non solo. Durante l incontro è stato anche annunciato, da parte della compagnia Albastar, il lancio di due nuove rotte Sharm El Sheikh, operativo già da agosto e Dubai, in occasione dell ‘Expo, da fine settembre 2021. 
I presenti al workshop “Time to travel”

Presenti per Airgest, il presidente Salvatore Ombra, il direttore generale Michele Bufo e l’organizzatore di Travelnostop, Toti Piscopo amministratore di Logos Srl comunicazione e immagine. Per la compagnia aerea Albastar, Giancarlo Celani,direttore commerciale e deputy CEO e Silvia Ruscitto, responsabile della comunicazione; per Tayaranjet, Gianfranco Cincotta, country manager, Gabriele Giannone, responsabile relazioni esterne; per Lumiwings, Chiara Rebughini,
direttore commerciale; per DAT, il general manager Italia, Luigi Vallero; per Blueair, il country manager Mauro Bolla. Tra i rappresentanti del turismo Giuseppe Ciminnisi, presidente di Fiavet, Federazione italiana associazione imprese viaggi eturismo.


Le novità annunciate durante il workshop “Time to travel”
E’ stata una giornata di confronto ma anche di annunci, oltre a quello a sorpresa di Albastar, di Sharm El Sheikh, in Egitto, dal 07 agosto al 18 settembre, il sabato, e di due collegamenti settimanali verso Dubai per l’EXPO 2022, dal 01 ottobre 2021 al 31 marzo 22. Blueair ha parlato di ulteriori ribassi nei prezzi per la tratta Torino a 19,90 e a 7,90, con il programma fedeltà, e la conferma della rotta per la stagioneinvernale, già in vendita; Lumiwings, ha lanciato Sicilia Last Minute, uno sconto del 15% per chi prenota fino al 15 giugno 2021 con il promo code MYSICILY e vola dal 28 maggio al 30 giugno.
Accordo Liberty Lines e Tayaranjet e voli in elicottero

 

Il workshop "Time to travel" ha ospitato anche la firma simbolica dell’accordo tra
Liberty Lines e Tayaranjet che offrirà uno sconto di 10 euro sul biglietto ai possessori di un titolo di viaggio Liberty Lines che a sua volta offrirà il 15% di sconto sul biglietto per il possessore di un titolo di viaggio Tayaranjet. Laura Protat, managing partner di Helicopter Pilot ha annunciato un progetto per voli turistici e trasferimenti per clientela premium in elicottero, in collaborazione con le compagnie aeree che operano su Trapani.
Il commento del presidente Salvatore Ombra e di Toti Piscopo
Salvatore Ombra, presidente di Airgest ha commentato: «Credere nell’;aeroporto e nel territorio è la base per ogni passo avanti e quello di oggi in un momento così delicato ha un significato particolare, non per niente l’abbiamo scelto per inaugurare il “Muro delle rotte”, una lunga parete del nostro scalo che prima era tutta bianca con ben 35 destinazioni simbolicamente ritratte, un risultato possibile grazie soprattutto al sostegno della Regione siciliana e del presidente Nello Musumeci».

L’organizzatore di Travelexpo, Toti Piscopo ha dichiarato: «Siamo pronti per la stagione turistica più lunga del secolo. Diamo appuntamento a tutti a Travelexpo, il prossimo 25.26 settembre,,,

Messina: rilevazione territoriale dei prezzi al consumo

Messina

Gli indici dei prezzi al consumo di marzo 2021 sono stati elaborati tenendo conto delle limitazioni, differenziate a livello regionale, definite dalle normative nazionali e locali per contrastare la pandemia causata dal Covid-19. L’impianto dell’indagine sui prezzi al consumo, basato sull’utilizzo di una pluralità di canali per l’acquisizione dei dati, ha continuato a consentire di ridurre gli effetti negativi del più elevato numero di mancate rilevazioni sulla qualità delle misurazioni della dinamica dei prezzi al consumo.
Nella città di Messina nel mese di marzo 2021 si registra un incremento congiunturale del 0,4% e tendenziale del 0,9% dell’indice dei prezzi al consumo.
Crescono tendenzialmente rispetto all’anno precedente: prodotti alimentari e bevande analcoliche (+1,2%), bevande alcoliche e tabacchi (+1%), abbigliamento e calzature (+0,3%), abitazione, acqua, elettricità, e combustibili (0,4), mobili, articoli e servizi per la casa (+1,2%), servizi sanitari e spese per la salute (+0,5%), trasporti (3%), ricreazione, spettacoli e cultura (+1,3%), servizi ricettivi e ristorazione (+0,7%).
Decrescono: comunicazioni (-1,9%), istruzione (-3%), altri beni e servizi (-0,1%)
La nota offre una sintetica analisi dei fattori che hanno contribuito a determinare le dinamiche di prezzo più marcate dei beni e servizi a rilevazione centralizzata nel mese di marzo 2021.
Prodotti per fumatori: si registra un leggero aumento congiunturale delle sigarette (+0,2%; +1,0% il tendenziale), e dei sigari e sigaretti (0,2%; 4,8% il tendenziale), e un aumento più marcato degli articoli per fumatori (+1,4%).
Energia elettrica: nel mercato dell’energia elettrica si rileva un aumento congiunturale delle tariffe nel mercato libero (+1,1%; +0,7% il tendenziale).
Servizi di telefonia: si registra un aumento congiunturale dei servizi di telecomunicazione bundle (+1,4%; +4,6% il tendenziale), a seguito dell’aumento delle tariffe di un operatore.
Servizi di trasporto: nel mese di marzo si registra un aumento marcato dei prezzi congiunturali dei voli. A registrare il maggiore incremento sono i voli nazionali (+36,0%; +25,6% il tendenziale), che presentano un aumento dei voli low cost a fronte di un decremento dei voli tradizionali, seguiti dai voli europei (28,4%; +11,2% il tendenziale), e dai voli intercontinentali (+5,4%; +24,7% il tendenziale), che presentano un aumento principalmente nei voli low cost. Aumentano, sebbene in modo più contenuto, anche i prezzi congiunturali del trasporto marittimo (+0,4%; -1,7% il tendenziale), che registra un aumento del cabotaggio, principalmente in direzione delle isole maggiori, e una diminuzione dell’estero. Viceversa i trasporti ferroviari nazionali registrano un decremento congiunturale (-4,2%: +17,8% il tendenziale), dovuto a tutte le tipologie di servizio.
Cultura: si rileva l’aumento del prezzo congiunturale dei periodici (+1,9%; +0,2% il tendenziale), a causa della differente offerta di allegati. Tra i giornali quotidiani, quelli a diffusione locale registrano un leggero aumento (+0,1%; +1,4% il tendenziale) mentre quelli a diffusione nazionale registrano un leggero decremento (-0,1%; +1,1% il tendenziale), per una diversa distribuzione di allegati.
Attività turistiche e ricreative: questo mese gli indici relativi ai pacchetti vacanza nazionali e internazionali e quelli relativi agli agriturismo, ai parchi di divertimento, agli impianti di risalita, agli stabilimenti balneari e ai parchi nazionali, giardini zoologici e giardini botanici sono stati imputati, essendo l’erogazione di questi servizi limitata a causa delle misure restrittive di lockdown.

Vediamo come dobbiamo comportarci a Pasqua al fine di evitare sanzioni

ATTENTI ALLE “SOFFIATE”  DEL VICINO INVIDIOSO

10 parchi di Londra da visitare assolutamente

 

Vediamo come dobbiamo comportarci  a Pasqua visto che, per la stretta anti-Covid decisa dal governo,il nostro Paese, Sicilia compresa, sarà tutta rossa nelle giornate di sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile

Nelle giornate precedenti e successive bisognerà considerare il colore (rosso o arancione) di ciascuna regione per capire a quali regole attenersi. Nelle zone arancioni, ad esempio, fino al 2 aprile, e nella giornata del 6 aprile, le visite sono consentite solo all’interno del proprio comune. Lo spostamento è permesso a due persone, una volta al giorno, verso una sola abitazione privata, fra le 5 e le 22. Mentre nello stesso arco temporale, nelle regioni rosse le visite sono vietate.

Gli spostamenti sono consentiti esclusivamente per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. Resta garantita la possibilità di fare rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Per esempio, le persone che per motivi di lavoro vivono in un luogo diverso da quello del proprio coniuge o partner, ma che si ritrovano con lui/lei con regolare frequenza e periodicità nella stessa abitazione, possono spostarsi per raggiungere tale abitazione.

Punto discutibile per l’eventuale controllo al posto di  blocco. Si può uscire dal proprio Comune per fare acquisti se nel proprio Comune non ci sono punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio «presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica».

 

Possiamo andare in aeroporto  e uscire dai confini nazionali per turismo (oltre che per lavoro o motivi di salute) nei Paesi dell’Ue e dell’area Schengen (sono inclusi nell’elenco C dell’allegato 20 del Dpcm 2 marzo 2021 in vigore fino al 6 aprile): Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

I passeggeri devono però attenersi a regole precise all’andata e ritorno. Per andare e tornare da quasi tutti i Paesi del’Ue finora era sufficiente un tampone obbligatorio all’andata e al ritorno. Ma il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato il 30 marzo un’ordinanza che dispone, per arrivi e rientri da Paesi dell’Unione Europea, tampone in partenza, quarantena di cinque  giorni più ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni.

La quarantena è già prevista per chi rientra dai Paesi extra Eu. Norme più stringenti sono già previste anche per chi rientra dall’Austria (tampone prima della partenza, test all’ingresso, isolamento fiduciario di 14 giorni indipendentemente dal risultato del secondo test, terzo test al termine dell’isolamento).

Disco verde al turismo anche nei paesi dell’allegato D (Australia, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore, Thailandia) ma al rientro bisogna sottoporsi ad isolamento fiduciario per 14 giorni. Vietato invece recarsi per turismo in Gran Bretagna e nei paesi dell’allegato E come gli Stati Uniti.

Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore oppure per condurli presso di sé, sono sempre consentiti. Le uniche prescrizioni che i genitori separati o divorziati dovranno osservare in base alle Faq del governo, sono quella di scegliere il tragitto più breve, di rispettare tutte le prescrizioni di tipo sanitario e di attenersi alle modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio o, in assenza di questi provvedimenti, secondo quanto concordato tra i genitori.

Resta il coprifuoco tra le 22 e le 5, su tutto il territorio nazionale salvo che per motivi eccezionali..

Sono chiusi i mercati, i negozi di abbigliamento e calzature. Così come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Sabato 3 aprile sono aperti supermercati ,ipermercati, discount. Come pure edicole, tabaccai, librerie, farmacie e parafarmacie, negozi di computer, elettronica, elettrodomestici, ferramenta, pompe di benzina, negozi di biancheria e di giocattoli, vivai.

Domenica 4 sono aperti solo farmacie, edicole e tabaccai. Chiusi anche i supermercati. Stessa cosa lunedì 5 aprile, ma alcune catene di supermercati sono aperte.

Unica deroga in queste tre giornate, rispetto alle regole delle zone rosse (nelle quali sono vietate tutte le visite, a parte quelle per assistere persone non autosufficienti), sarà la possibilità di effettuare uno spostamento all’interno della regione, una sola volta al giorno, per raggiungere una sola abitazione di amici o parenti, dalle 5 del mattino alle 22.

Possibile dunque il pranzo di Pasqua con parenti o amici. A tavola il numero dei commensali dovrà essere ridotto. Ci si può spostare infatti in due con i figli i minori di 14 anni. Una eventuale trasgressione a riguardo potrà costare caro se teniamo conto che è sempre possibile la “soffiata”   del vicino invidioso..

Non si può organizzare il pic nic fuori porta a Pasquetta perché in zona rossa è vietato uscire dalla propria abitazione se non per «comprovate esigenze». E anche l’uscita al parco vicino casa è consentita per fare attività motoria o sportiva, non per un pic nic con amici o parenti.

Possiamo recarci  da soli, presso persone non autosufficienti che necessitino di aiuto o assistenza...

Lo spostamento nelle seconde case è sempre consentito, anche a Pasqua. Con alcune condizioni. Si può spostare solo il nucleo familiare convivente, senza l’aggiunta di parenti o amici. La seconda casa non deve essere abitata da altre persone. Ed è necessario provare che la casa sia di proprietà o in affitto a lungo termine (lo spostamento non è consentito in case in affitto breve), con contratto stipulato prima del 14 gennaio 2021. Ci sono regioni però che hanno optato per una stretta nel periodo pasquale. La Valle d’Aosta, la Sardegna, l’Alto Adige, la Toscana e le Marche hanno ordinato lo stop agli ingressi verso le seconde case ai non residenti. In Campania e Puglia, invece, sono stati vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o dimora abituale verso le seconde case in ambito regionale. La Liguria ha deciso lo stop sia in ambito regionale sia per i non residenti provenienti da fuori regione.

Chiusi gli stabilimenti balneari. E’ possibile passeggiare sulla spiaggia solo se vicino casa. Chiuse palestre, piscine e centri termali

Per i credenti una notizia positiva. Sarà possibile partecipare alla messa nella Chiesa vicino casa, mantenendo il distanziamento.

Raid dell’Etna, Giro della Sicilia, per auto storiche, ai nastri di partenza

Presentata  a Palazzo degli Elefanti la 22esima edizione del giro


A CATANIA 75 AUTO D’EPOCA DA TUTTO IL MONDO

 

Anteprima immagine

 

Dal 29 settembre al 5 ottobre, mille chilometri di itinerario tra Sicilia e Calabria per l’evento sportivo internazionale che coniuga competizione, turismo e cultura 

Una 22esima edizione “mondiale” che porterà in Sicilia equipaggi internazionali provenienti quest’anno anche dal Giappone. Tutto pronto per il Raid dell’Etna 2019, il Giro della Sicilia per auto storiche che dal 29 settembre al 5 ottobre vedrà ben 75 equipaggi partecipanti – a bordo delle eleganti vetture d’epoca – percorrere l’itinerario di oltre mille chilometri che quest’anno, per la prima volta nella sua storia, attraverserà lo Stretto di Messina per far tappa anche in Calabria.

«Un appuntamento prestigioso che ha avuto una crescita esponenziale e che per me, che ho seguito negli anni il percorso qualificante della manifestazione, ha una particolare valenza affettiva», ha dichiarato  il sindaco Salvo Pogliese durante la conferenza stampa di presentazione a Palazzo degli Elefanti, alla presenza dei promotori della Scuderia del Mediterraneo. Al plauso del primo cittadino si è unito quello dell’assessore allo Sport Sergio Parisi: «La presenza di tanti equipaggi internazionali significa molto anche per noi amministratori in termini di ricaduta per il territorio, grazie a un’iniziativa che coniuga la passione sportiva a quella turistica, consentendo di conoscere, ammirare e valorizzare le bellezze della nostra città».
«Giappone, New York, Boston, Canada, Colombia sono solo alcuni dei paesi di provenienza degli equipaggi internazionali del Raid dell’Etna 2019 – ha sottolineato Giovanni Spina, promotore insieme a Stefano Consoli – un traguardo gratificante per la nostra organizzazione che ci permetterà di far conoscere ai tanti ospiti appassionati di motorismo d’epoca le splendide location della nostra Isola, tra borghi celebri e meno noti, bellezze tipiche del patrimonio siciliano e tappe esclusive».

 

 

Anteprima immagine

 

Una settimana di vacanza sportiva che è un mix tra scoperta culturale e competizione: «Saranno 60 le prove cronometrate della gara di regolarità che disputeranno gli equipaggi tra il circuito delle Madonie (in casa della mitica Targa Florio), l’autodromo di Pergusa e la storica cronoscalata sul vulcano fino alla cima dell’Etna – ha aggiunto Consoli – estendiamo i complimenti dell’Amministrazione a tutti i nostri collaboratori della Scuderia del Mediterraneo e un grazie agli sponsor che sono al nostro fianco per quest’edizione che si preannuncia memorabile».

Dopo la partenza domenica 29 settembre da Palermo e le tappe tra Messina, Reggio Calabria ed Enna, il Raid dell’Etna 2019 arriverà a Catania sabato 5 ottobre, dove – nel cuore barocco della città, in Piazza Università – si terrà il gran finale della manifestazione e la Coppa delle Dame, speciale gara riservata esclusivamente agli equipaggi femminili.

 

 

TEATRO DEI MITI E GROTTA DI POLIFEMO: SI POTENZIA IL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO

 VIAGGIO NELLA STORIA TRA VIDEO INTERATTIVI E PERCORSI TEMATICI IMMERSI NELLA NATURA

Il presidente di “Amici della Terra” Ettore Barbagallo: «Una proposta educativa attuale e creativa per valorizzare il territorio e rafforzare l’identità siciliana»

 

ZAFFERANA ETNEA 

La Storia della Sicilia, tra educazione e intrattenimento, diventa un viaggio interattivo alle pendici del Vulcano: nasce a Zafferana Etnea il “Teatro dei Miti”, una struttura dedicata alla mitologia in chiave ludico-didattica. L’iniziativa è firmata dall’Associazione Amici della Terra, che con i suoi progetti “Casa delle Farfalle”, “Museo dell’Etna” e “Planetario”, ha creato un vero e proprio polo di educazione ambientale e di fruizione turistica, scientifica e culturale, punto di riferimento per tutte le scuole italiane. «L’Isola più grande del Mediterraneo ha rivestito un ruolo fondamentale negli eventi storici che hanno avuto come protagonisti numerosi popoli – spiega Ettore Barbagallo, promotore dell’iniziativa e presidente dell’Associazione – in Sicilia non esisteva fino ad oggi nessuna struttura rivolta a studenti e famiglie, dedicata al nostro patrimonio storico e culturale. Dopo mesi di studio e ricerche, che hanno visto come partner il ministero dei Beni Culturali Ambientali con il Programma Operativo “Cultura e Sviluppo”, il Polo Regionale di Catania per i Siti Culturali e il Distretto Turistico “Antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari di Sicilia”, abbiamo creato un percorso tematico che attraversa le epoche. La filosofia utilizzata è stata quella del “Tinkering”: una metodologia educativa, applicata con successo in alcuni musei americani, che si basa su un approccio pratico, esperienziale e sperimentale. Per la prima volta nelle nostre strutture sarà possibile applicare questo metodo in laboratori che potranno essere anche frequentati da alunni con BES, compresi DSA e disabilità gravi».

La visita al Teatro dei Miti, struttura dotata di aree espositive e di una sala teatrale, include la proiezione-spettacolo di un docufilm sulla Storia della Sicilia: dagli avvenimenti principali, alle numerose colonizzazioni, fino ad arrivare ai giorni nostri con temi di grande attualità. Inoltre, la proiezione del filmato diventa un vero e proprio spettacolo grazie ai nuovissimi sistemi tecnologici “Live Motion”, che lo arricchiscono di interattività e coinvolgimento, «rendendo l’apprendimento più piacevole – spiega Barbagallo – attirando interesse e rimanendo impresso nella memoria dei piccoli spettatori».

Nell’area esterna, è possibile inoltre percorrere i sentieri che conducono alla “Grotta di Polifemo”: «Narrando le gesta del mitico Ulisse, immersi nel Parco dell’Etna, sarà possibile visitare la grotta dove apparirà il Ciclope e incontrare i protagonisti della mitologia – continua l’ideatore del Teatro dei Miti – dal Dio Efesto che forgia le armi nella sua fucina sotterranea; al trono di Zeus (per raggiungere il quale si dovrà percorrere una salita che ricorda il monte Olimpo), passando per la conchiglia di Afrodite, il Cavallo di Troia (struttura lignea di 6 metri, dotata di scivolo e scaletta per accogliere i bambini) – e la Nave di Ulisse, una vera barca in legno posta sul prato verde ai piedi del promontorio, dove i bambini possono entrare nelle piccola stiva e giocare con il timone e i remi aiutati da un mappa. I visitatori, inoltre, andranno alla ricerca delle Facce di Pietra e delle sculture primitive mimetizzate tra le rocce laviche, con percorsi sull’orientamento con l’orologio solare, il labirinto, la rosa dei venti e il ratto di Proserpina».

Obiettivo dell’iniziativa è quello di veicolare alcuni messaggi e valori legati al nostro territorio: in primis, quello dell’identità, che dovrebbe catalizzare i giovani, troppo spesso protagonisti della migrazione intellettuale. Una proposta educativa attuale e creativa che arricchisce la filiera del turismo scolastico della nostra Isola.