TUTTI SULLE TRACCE DI MATTEO MESSINA DENARO,AUTORE DI OLTRE 50 OMICIDI , UN UOMO CHE HA PERDUTO IL BENE PIU’ PREZIOSO DELLA VITA:LA LIBERTA’

facebook sharing button
di    R.Lanza
whatsapp sharing buttontwitter sharing button
messenger sharing buttonNuova richiesta di ergastolo .Il Pubblico Ministero Gabriele Paci ha richiesto l’ergastolo per il “Capo dei capi “attuale in Italia, Matteo Messina Denaro, , accusato di essere uno dei mandanti degli attentati di Capaci e Via D’Amelio. Il processo si celebra davanti alla Corte d’Assise di Caltanissetta.

Il superlatitante trapanese, a capo del mandamento di Castelvetrano, è considerato uno dei boss più potenti di Cosa Nostra,noto in Europa e nel resto del mondo  ed è  irreperibile da 27 anni.  Tutti lo cercano, i giudici lo condannano, gli investigatori più astuti  studiano ogni traccia per arrivare vicino a Messina Denaro.   Ma il boss per eccellenza è ancora lì, nascosto chissà dove e nessuno sa in quali condizioni fisiche o visive siano.  Un rebus individuarlo dopo un quarto di secolo.  La pista migliore resta quella di “seguire” o pedinare parenti o fedelissimi. Prima o poi un errore lo faranno. Ma certamente un uomo che si nasconde tutta la vita non può essere considerato un vincente. Di quali affari parliamo, investimenti nella grande distribuzione alimentare, se sono accertati  oltre 50 omicidi a suo carico ? . Cosa farsene dei soldi al punto in cui è arrivato? Vive nelle grotte. 

Ferrari, belle donne, Ville con piscine. Ma non scherziamo.  Sogni e sogni   Non sappiamo i motivi che hanno spinto quest’uomo ad agire come una belva feroce contro l’umanità.  Non sappiamo.    In realtà è uno zombi c he cammina e si nasconde per non essere deriso dai suoi nemici e da chi ha avuto ucciso un familiare..  Ha perduto il bene più prezioso della vita: la libertà. 

 E l’anima?   Avrà quest’uomo un credo religioso, Dio?    Si afferma che anche il peggior criminale , autore di tanti delitti, possa comparire un giorno al cospetto di Dio. Certo, non potrà pretendere il perdono delle famiglie delle sue vittime ma un rapporto con Dio può averlo, anche per pochi secondi, fino all’ultimo istante della sua vita Probabilmente vive per conservare un valore molto importante nella Mafia: il rispetto di sè e dei propri familiari.    

Il pizzino di Matteo Messina Denaro nel 2015 per un terreno ...

La richiesta di carcere a vita  è stata avanzata a conclusione della requisitoria, durata otto udienze. Matteo Messina Denaro è difeso dagli avvocati  d’Ufficio Salvatore Baglio e Giovanni Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »