Operazione della Polizia per reprimere l’azione dei parcheggiatori/taglieggiatori abusivi

Catania: si è insediato il nuovo questore Mario Della Cioppa - QdS

  Altra operazione straordinaria del Questore Dr. Mario Della Cioppa (nella foto d’archivio) per il controllo del territorio a largo raggio in tutta la provincia di Catania e nel comune capoluogo, che ha impegnato diverse pattuglie della Polizia di Stato.

Siamo all’ottavo intervento che ha riguardato l’azione di prevenzione e di repressione di vari reati e che ha come obiettivo attuare un presidio allargato a diverse zone, sviluppandosi attraverso la contemporanea azione di più posti di controllo, così da realizzare una perimetrazione della città.

Complessivamente,- si apprende – sono stati schierati 18 equipaggi all’interno dell’area urbana, composti da agenti dei Commissariati cittadini, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, della Sezione di Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria e della Polizia di Frontiera Aeroportuale, dei Cinofili dell’UPGSP e del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica. A loro si aggiungono le 11 pattuglie disposte nelle città di Adrano, Caltagirone e Acireale con posti di controllo strategici in modo da garantire la massima efficacia.
A essi si aggiunge l’ausilio dell’elicottero della Polizia di Stato – IV Reparto Volo di Palermo, che ha consentito il coordinamento delle operazioni dall’alto e di individuare per tempo eventuali situazioni d’emergenza operativa.

La mappa delle strade da controllare è già consolidata dalle precedenti edizioni dell’operazione e prende in considerazione quelle aree ritenute particolarmente sensibili sotto il profilo della sicurezza: viale Africa, via Acicastello, via del Bosco, via S. Martelli Castaldi, piazza Giovanni XXIII, via Del Rotolo, via San Pio, via G.M. Frontini, Piazza Europa, piazza Federico di Svevia, piazza Stazione Acquicella, via Acquicella Porto, via Plebiscito, viale Librino, viale San Teodoro, viale Castagnola.

Ad Acireale: Lungomare Santa Tecla, Lungomare Stazzo, Zona Capo Mulini. A cura della Polizia di Frontiera: Santa Maria Goretti e Terminal Autolinee, Sedime portuale, via San Giuseppe La Rena. A cura della Polizia Ferroviaria: Stazione FS Catania Centrale, Stazione FS Acireale.

Ripetuta è anche la strategica presenza degli istruttori di tecniche operative che hanno dato, come la volta scorsa, un contributo in più per la sicurezza degli uomini della Polizia di Stato, accrescendone la professionalità e, quindi, l’efficacia operativa.

Complessivamente sono state controllate 170 persone e 106 veicoli, le contestazioni per infrazioni al Codice della strada sono state: 19 tra esse 4 per mancato uso del casco protettivo, 6 per mancata copertura assicurativa R.C.A. e 2 per guida senza patente.

Inoltre, a seguito di una segnalazione giunta sull’applicazione Youpol , gli agenti sono intervenuti in piazza Trento, dove hanno sanzionato amministrativamente, tale Filippo Bruno, nato a Catania il 28/10/1974, sorpreso ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo Successivamente è stato accompagnato in Questura, dove gli veniva notificato l’avviso orale emesso dal Questore di Catania; un altro posteggiatore abusivo è stato sanzionato in piazza Manganelli.

Nel corso dei controlli, è stato sorpreso il pregiudicato S.D., poco dopo aver rubato un giubbotto da un’auto in sosta in piazza Grenoble. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà.

A  BELPASSO PROSEGUE LA SUA ATTIVITA’ IL “PARCHEGGIATORE” ABUSIVO- IL PERSONALE PROTESTA INASCOLTATO

Risultati immagini per immagine del poliambulatorio di belpasso

Poliambulatorio di Belpasso       Qui il taglieggiatore prosegue ancora la sua azione indisturbato

Un rilievo lo pone Sud Libertà. A Belpasso davanti al Poliambulatorio ( nella foto d’archivio  sopra) continua ad esercitare la sua attività di parcheggiatore abusivo/taglieggiatore tale Giuseppe dalle ore 9 allee ore 12.  Qui si registrano alcune lamentele da parte del personale dipendente del Poliambulatorio che ritrova le automobili danneggiate o “visibili lineature nella carrozzeria rovinando la verniciatura delle auto” visto che gli operatori dell’Asl – sappiamo -non pagano in gran parte  “il pizzo” al “parcheggiatore”.   Diversi medici specialisti -si apprende – incoraggiano purtroppo il fenomeno pagando al giovane malavitoso la quota richiesta.  Non si comprende perchè il vicino Comando della Polizia urbana comunale – distante neppure 50 metri – non sia ancora intervenuto a riguardo . Sarà opportuno un controllo del Questore e una sanzione per reprimere comportamenti illeciti e dannosi per la comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »