Drammatico incidente stradale tra Scordia e Palagonia: muore sul colpo un sedicenne

 

L’incidente nella notte lungo la strada provinciale.

Auto contro muretto tra Scordia e Palagonia: muore un sedicenne

Drammatico incidente stradale sulla strada Scordia-Palagonia. Un morto e tre feriti gravi il bilancio dell’incidente avvenuto intorno intorno alle 4,    Il sedicenne Antonio Fragapane che viaggiava insieme ad altri amici su una Fiat Punto 1300 che procedeva in direzione Palagonia è deceduto all’istante dopo il violentissimo impatto contro un muretto

. I tre giovani sono stati trasportati presso gli ospedali di Lentini, Caltagirone e Catania. Per due di loro la prognosi è riservata. I giovani avevano trascorso una serata presso un locale di Scordia.  I carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Palagonia, supportati dai colleghi della locale stazione, stanno eseguendo accurati rilievi.

La salma del giovane è stata trasportata presso la camera mortuaria del cimitero di Scordia dove il medico legale, Francesca Berlich, ha effettuato una ispezione cadaverica. Il ragazzo sarebbe morto per un trauma cranico conseguente all’impatto con l’asfalto. Nei prossimi giorni sarà eseguita l’autopsia su disposizione del magistrato di turno che segue le indagini.

Altro sangue sulle strade siciliane: a Belmonte perdono la vita in un incidente due ragazzi…

 

 

Belmonte Mezzagno come Belpasso una settimana fa: morti due ragazzi

BELMONTE MEZZAGNO (Palermo).

La storia si ripete. E’ di ieri la notizia della tragedia di Belpasso. Ora a Palermo altro dramma: due morti e tre feriti gravissimi   L’incidente è avvenuto all’ingresso del paese Belmonte Mezzagno, sulla strada provinciale 38.
I cinque giovani tra i 16 e e i 18 anni viaggiavano a bordo di una auto potente Bmw  uscita fuori strada, probabilmente per l’elevata velocità.

Le vittime sono Giorgio Casella di 17 anni e Kevin Vincenzo La Ciura, di 16. Per estrarre i loro corpi dalle lamiere dell’auto sono intervenuti i vigili del fuoco. Uno è rimasto intrappolato nell’abitacolo dell’auto che si è incendiata, l’altro è deceduto durante il trasporto in ospedale. I tre feriti che viaggiavano nella Bmw sono ricoverati negli ospedali Civico, Policlinico e Buccheri la Ferla.

I vicini della zona  sono scesi in strada per liberare i giovani nell’auto in fiamme e hanno chiamato i soccorsi.

Gli investigatori intanto hanno accertato alcuni illeciti.Il guidatore, che ha circa 20 anni , neopatentato, non avrebbe potuto guidare un’auto di quella cilindrata. Sarà sottoposto anche agli esami tossicologici e all’alcool test per accertare se avesse bevuto o assunto droghe, rischia di essere indagato per omicidio stradale.

La parte finale della tragedia: il dolore e lo strazio senza fine dei genitori dei ragazzi morti. Un copione triste che si ripete giorno dopo giorno

Disordini in Spagna,il popolo reclama l’indipendenza della Catalogna-

Risultato immagini per IMMAGINE protesta per la catalogna

 

Risultato immagini per IMMAGINE protesta per la catalogna

Video Disordini in Spagna per l’indipendenza della Catalogna- You T-R  -Sud Libertà Archivio

Disordini anche oggi  in Catalogna per la protesta contro i provvedimenti governativi spagnoli  dei leader secessionisti.

Negozi chiusi, incendi dei cassonetti ,vetrine e arredi urbani,lanci di oggetti e pietre,  un inferno a Barcellona. E’ salito a 62,il numero delle persone ferite,e un agente della polizia è in condizioni gravi e 17 arresti. Secondo la stima dei servizi di emergenza media, 34 solo in Barcellona dove le violenze e gli scontri sono ancora in corso   .

Secondo il governo sarebbero sono circa  500 i dimostranti estremamente violenti e organizzati,  – che continuano a lanciare bottiglie incendiarie contro gli agenti che rispondono con fumogeni e lacrimogeni.  Il governo spagnolo intanto comunica di “non trattare con i  manifestanti che usano violenza. Questo tipo di linguaggio non è accettabile”

 

                       VIOLENZA ANCHE IN CILE: AUMENTO BIGLIETTI TRASPORTI

Ma se in Spagna non si dimentica chi ha lottato in prima linea per l’indipendenza della Catalogna , l’emergenza sicurezza esplode in altre parti del pianeta In Cile ad es..Un coprifuoco tra le 22 e le 7 è stato disposto per la città di  Santiago e  aree periferiche.

La violenza scaturisce dall’aumento dei prezzi dei biglietti della rete dei trasporti. La popolazione vive una crisi economica molto stretta , adesso è esplosa

Risultato immagini per IMMAGINE VIOLENZA IN CILE

La protesta in Cile- Foto Archivio Sud Libertà

Secondo informazioni locali , l’esercito dovrebbe aiutare la polizia a pattugliare le strade durante lo stato di emergenza dichiarato per 15 giorni nei quali le autorità potranno limitare la libertà di movimento delle persone e il loro diritto di riunione.

Si apprende pure che  almeno tre persone sono morte in un incendio scoppiato all’interno di un supermercato saccheggiato nel comune di San Bernardo. . I vigili del fuoco hanno trovato 2 corpi carbonizzati sul posto, mentre un terzo gravemente ferito è stato trasferito in ospedale, dove è deceduto poco dopo. La situazione è ora sotto controllo dei militari.

LIBIA: FENOMENO TERRORISTICO, RISCHI IN SICILIA -OGGI-ALLE 21- RIUNIONE ALL’ONU SULLA LIBIA

Immagine correlata

foto archivio Sud Libertà_ Haftar Khalifa, l’uomo che sta bombardando Tripoli

Palcoscenico di guerra in Libia .Il rischio è che il fenomeno terroristico della Libia possa entrare e svilupparsi nella vicina Sicilia ,molto preoccupata dal tentativo di golpe del generale Haftar  .Ogni giorno Tripoli viene bombardata. Non si contano più i morti.”Non ci sono interessi economici o geopolitici che possano giustificare scorciatoie militari ed in ultima analisi il rischio di una nuova guerra civile in Libia”, comunica il prof. G.Conte :oggi gli scontri hanno spinto circa 18.000 persone ad abbandonare le proprie abitazioni e gli sfollati interni sarebbero ancora in rapido aumento”. “La situazione di caos e violenza accresce fortemente anche il rischio di una recrudescenza del fenomeno terroristico, del resto ancora ben presente in Libia”, ha affermato ancora Conte nell’informativa al Senato.

Questa sera alle 21 ora italiana (le 15 ora di New York) è stata organizzata una riunione a porte chiuse del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla Libia, dopo che ieri è stata respinta una bozza emendata della risoluzione che la Gran Bretagna ha iniziato a far circolare lunedì scorso. La riunione nasce per valutare “il percorso da seguire”. Secondo quanto si apprende da fonti diplomatiche al Palazzo di Vetro, la bozza – che chiede il cessate il fuoco immediato e l’accesso umanitario incondizionato alle zone dei combattimenti intorno a Tripoli – è stata respinta dalla Guinea Equatoriale, a nome dei tre Paesi africani (oltre alla Guinea, Costa d’Avorio e Sudafrica) che siedono in Consiglio. Ma anche la Russia ha bocciato il testo, nella parte in cui l’Esercito nazionale libico del generale Khalifa Haftar veniva indicato come la forza responsabile dell’attacco contro la capitale. Tiepidi anche gli Stati Uniti.

Si apprende che  il governo di concordia nazionale libico ha annunciato la sospensione di tutti gli accordi bilaterali nel campo della sicurezza tra il ministero degli Interni libico e la controparte francese. Il comunicato è a firma del  ministro degli Interni di Tripoli, Fathi Bashagha.  La Francia respinge come “completamente infondate” le accuse formulate dal governo di concordia nazionale libico secondo cui Parigi sostiene Haftar.

Aggiornamento da Parigi: Sono tre le vittime dell’esplosione , 47 feriti e tre italiani di cui un giornalista

Risultati immagini per immagine dell'esplosione diparigi

Aggiornamento e nuovo comunicato della Prefettura parigina. Sono 3  le vittime della forte esplosione avvenuta questa mattina in una panetteria a Parigi, nei pressi dell’Opera. I feriti sono 47, 10 in gravi condizioni. Hanno perso la vita due vigili del fuoco e una cittadina spagnola   Sembra che  tra i 37 feriti vi sia  un altro cittadino spagnolo le cui condizioni non risultano essere gravi.

Risultati immagini per immagine dell'esplosione diparigi

Anche tre italiani risultano nell’elenco dei feriti tra cuiuna giovane donna in gravi condizioni, dipendente di un hotel delle vicinanze. Angela Grignano, cameriera all’Hotel Ibis, è di Trapani: si trovava proprio accanto al luogo dell’esplosione, quando è stata colpita. Gli altri i feriti, in modo lieve, sono un videomaker della trasmissione ‘Cartabianca’ e un Giornalista inviato di Agorà, che si trovavano nella capitale francese per seguire gli eventi di protesta dei noti Gilet gialli..

Il Movimento “Gilet Gialli” si ingigantisce come un’onda anomala in tutta l’Europa

“VUOI ABBASSARE LE TASSE?      DIVENTA GILET GIALLO”

 

Risultati immagini per immagine di gilet gialli

Vuoi   abbassare le tasse o non le condividi?   Diventa “Gilet giallo” e partecipa alla manifestazione”   Con questo slogan i Gilet gialli si stanno ingigantendo come un’onda anomala e trasferiscono il loro credo in tutta l’Europa .Cinquantacinque feriti e più di 700 arresti in tutta la Francia oltre ai 400 avvenuti a Bruxelles. E’ questo il bilancio della più recente nuova manifestazione dei Gilet gialli.

 Auto in fiamme in Francia mentre  la tensione sale: nella zona di place de l’Étoile,gli agenti hanno fatto ricorso al lancio di lacrimogeni. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire nel centrale Boulevard de Courcelles, dove sono stati incendiati almeno 4 veicoli da parte dei casseur. Secondo i dati diffusi dalla prefettura, anche 3 agenti hanno dovuto far ricorso alle cure dei medici.

Sono più di 950 le persone fermate in tutto il Paese. A Parigi sono trattenute in custodia 536 persone, come rendono noto le forze dell’ordine. La cifra sale a 724 se si considera tutta la Francia.Ma non è finita. La rivoluzione è estesa anche altrove.

Anche a Bruxelles infatti- simbolo dell’Europa unita – è intervenuta la polizia che ha effettuato circa 400 arresti .

 Nella capitale belga sono scese in piazza circa 1000 persone per partecipare alle proteste dei Gilet gialli. “Circa 500 persone hanno cercato- secondo un comunicato stampa – di raggiungere l’area dove hanno sede le istituzioni europee e sono state fermate dagli schieramenti delle forze dell’ordine. Un piccolo gruppo di manifestanti ha cercato di forzare il blocco: ne è nata una battaglia, con lancio di bottiglie a cui la polizia ha risposto con i lacrimogeni. In un’altra strada, la polizia ha utilizzato gli idranti per arginare un altro gruppo di manifestanti”. Sembra che si sia diffuso un virus: quella rivoluzione non solo in Francia ma in tutta l’Europa che tanti, nel passato, hanno acclamato ma pochi oggi ne approvano l’operato…

Attentato con droni volanti a Nicolas Maduro ,Presidente del Venezuela

 

 

Difficoltà dei giornalisti internazionali a comunicare liberamente nel Venezuela

Nicolás Maduro

Il presidente del Venezuela Nicolas Maduro è rimasto illeso ad  un attentato  con droni carichi di esplosivo a Caracas.  Nel corso di un evento militare Maduro stava pronunciando un discorso di fronte a più di 17mila soldati      L’attentato ha provocato- si apprende -il ferimento di  Sette militari .

Maduro ha lanciato sospetti  contro il presidente della Colombia l’opposizione di estrema destra. Il presidente ha detto di  “non avere alcun dubbio che l’estrema destra e Juan Manuel Santos siano dietro a quello che è accaduto”. Le indagini “sono in corso e “alcuni dei responsabili di questi attacchi sono già stati arrestati. Sembra che ci fosse un filo conduttore negli Stati Uniti…

Maduro ha detto che inizialmente pensava alla comparsa dei  droni  come un gioco/effetto pirotecnico in suo onore. Il procuratore generale venezuelano Tarek William Saab comunica un’altra versione e cioè  che l’attacco non mirava soltanto a Maduro ma a tutto l’alto comando dell’esercito venezuelano. Un piccolo gruppo paramilitare ha rivendicato l’attacco, ma ci sono molti dubbi sull’autenticità della rivendicazione.

Secondo altri dei funzionari dei vigili del fuoco hanno contraddetto la versione di Maduro, sostenendo che l’esplosione sia stata causata da una fuga di gas in un’abitazione poco distante dal comizio . Alcune foto diffuse dalle agenzie fotografiche mostrano le autorità venezuelane ispezionare un’abitazione esplosa, ma non ci sono altri dettagli su questa versione. Il Venezuela è un Paese in cui i giornalisti internazionali non si muovono liberamente e hanno difficoltà a confermare le notizie, Non è escluso che usciranno  varie tesi alternative sulle esplosioni…..

Terrore su un treno del Tube di Londra

 

  • ANRA | L'evoluzione del Rischio terrorismo

Bomba su una carrozza del treno e terrore dapertutto.. Arrivano tramite i social network le prime testimonianze dell’esplosione avvenuta questa mattina intorno alle 8:20, ora locale, su un treno del Tube di Londra, all’altezza della stazione di Parsons Green nella zona residenziale di Fulham.

Alcuni passeggeri sono rimasti feriti. Secondo quanto riferiscono i media britannici, la deflagrazione è stata causata da un secchio di plastica bianca posto nei vagoni posteriori del treno. Testimoni parlano di passeggeri con ustioni al volto. “Abbiamo trasportato 18 feriti in diversi ospedali di Londra – rassicura in una nota diffusa su Twitter l’account ufficale della London Ambulance Service -. Nessuno di loro verserebbe in gravi condizioni o sarebbe in pericolo di vita”.

L’esplosione è trattata come un “incidente di natura terroristica”. E’ quanto ha dichiarato la Metropolitan Police su Twitter. “I funzionari del Comando antiterrorismo del Met stanno indagando. Il vice commissario Neil Basu, coordinatore nazionale per l’anti-terrorismo, lo ha dichiarato un incidente terroristico”, “Gli ufficiali del Metropolitan Police Service e del British Transport Police sono sulla scena, insieme ai colleghi della London Fire Brigade e London Ambulance Service” ”

Sul luogo, oltre a forze dell’ordine e ambulanze, al momento stanno lavorando anche artificieri per la bonifica e la raccolta di elementi utili a capire quanto avvenuto. “Una palla di fuoco ha avvolto il vagone della metropolitana”, ha raccontato uno dei tanti pendolari che in quel momento si trovavano alla stazione di Parsons Green. “Ho sentito urla e ho visto persone che fuggivano e piangevano”, ha detto un altro. Mentre alcuni parlano di persone con il volto coperto di sangue. “Non ho mai visto nulla del genere”, ha raccontato Sam ai media presenti sul posto.

I passanti e gli avventori di bar e negozi in Parsons Green sono ancora trattenuti per ragioni di sicurezza nelle cantine. Al momento dell’esplosione c’era tanta gente per strada, ora di punta sia per chi si reca al lavoro sia per i ragazzi che frequentano le scuole. La zona è residenziale, tra le meglio frequentate di Londra, accanto a Chelsea e affaccia su Fulham Road. Il consiglio che hanno ricevuto i cittadini da parte delle autorità, anche attraverso alert via mail, è di evitare la scena dell’incidente fino a che non saranno completate le indagini e di attendere prima di intraprendere una viaggio nella zona sud ovest di Londra. Inoltre la richiesta è di avvisare immediatamente le forze dell’ordine per qualsiasi attività e oggetti sospetti.

Le autorità hanno sospeso la linea distrettuale in entrambe le direzioni tra Edgware Road e Wimbledon e tra Ealing Broadway e Turnham Green. Gli autobus di Londra, la stazione ferroviaria di Londra Overground e i servizi della ferrovia a sud-ovest stanno accettando qualsiasi biglietto. Tuttavia, la congestione grave è probabile su modi alternativi di trasporto, compresi i taxi e veicoli privati. Intanto non è chiaro quando i servizi di trasporto riprenderanno, ma le interruzioni residuali sono probabili fino alla fine della giornata. In funzione le restanti linee della metropolitana.

(Agenzia)
Translate »